fbpx
Comments 0
Leggi e Normativa Fiscale Notizie Automotive

Sicurezza: è questo il pilastro del nuovo Codice della strada 2019. Il testo è stato approvato ufficialmente dalla commissione Trasporti della Camera

È stato approvato il nuovo Codice della Strada 2019. Il 4 giugno è, invece, fissato il termine per la presentazione di emendamenti. Il Codice porterà sulle strade italiane importanti cambiamenti: è importante conoscerli per evitare di incorrere in sanzioni e, soprattutto, per garantire la sicurezza in strada.

Le novità  del nuovo Codice della strada

125 cc. in autostrada. Attualmente in autostrada possono circolare in autostrada solo moto e scooter con una cilindrata superiore ai 150 cc. Con le nuove modifiche anche i 125 cc. potranno  circolare in autostrada e sulle extraurbane, solo per i maggiorenni con patente B o che hanno conseguito la patente A1 o A2 da almeno 2 anni.

 

Limite velocità in autostrada. Si era avanzata la possibilità di alzare a 150 Km/h il limite di velocità in autostrada, ma la proposta non è passata. Il limite resta dunque di 130 km/h. il limite è di 100km/h per i primi 3 anni dal conseguimento della patente di categoria A2, A, B1, B. il limite scende a 90km/h sulle extraurbane principali.

 

Strada scolastica. Per la sicurezza intorno alle scuole arriva un nuovo tipo di strada: la “strada scolastica”. Per queste i comuni stabiliranno, almeno per gli orari di ingresso e uscita, limitazioni alla circolazione. Il limite di velocità scenderà a 30 km/h.

 

Sicurezza pedoni. Le auto dovranno dare la precedenza non più quando “hanno iniziato l’attraversamento” ma “quando si accingono ad attraversare la strada”. Inoltre i pedoni hanno la precedenza quando il traffico non è regolato da vigili o semafori.

 

Sicurezza ciclisti. Verrà introdotta la linea di arresto agli incroci, denominata “casa avanzata”  e starà ad almeno 3 metri davanti allo stop, tenendo i ciclisti lontani dai gas di scarico. Ci saranno anche indicazioni sul sorpasso di una bicicletta da parte delle auto, che dovranno avere una distanza laterale di sicurezza, fuori dai centri urbani, in 1,5 metri).

 

Guida con il cellulare. Confermato il divieto di usare smartphone, computer portatili, notebook e tablet durante la guida, pena una multa da 422 a 1.697 euro (quasi quadruplicate dalla attuale sanzione di 161 a 467 euro) e sospensione della patente da 7 giorni a due mesi. Le multe arrivano a 644-2.588 euro se si reitera la violazione nel corso di un biennio.

 

Circolazione di monopattini e skate.  Le nuove norme introducono la regolamentazione della presenza di skate board, monopattini, pattini a rotelle, segway, hoverboard, monoruote e via discorrendo. Possono circolare nelle piste ciclabili, nelle aree pedonali  negli spazi riservati ai pedoni.

 

Sanzioni e multe. In più sono raddoppiate le sanzioni per veicoli senza assicurazione e le multe potranno essere ricevute sulla propria casella di posta certificata.

 

Esenzione pedaggio autostradale. Ambulanze, veicoli della protezione civile e organizzazioni di volontariato sono esenti dal pagamento del pedaggio.

 

Circolazione veicoli elettrici. I veicoli elettrici avranno accesso alle ztl e alle autostrade.

 

Infine è cancellato l’obbligo degli anabbaglianti di giorno per le auto fuori dai centri abitati, ci saranno più spazi riservati alla sosta di donne in gravidanza o con bambini fino a 2 anni e saranno esentati dall’uso della cintura di sicurezza persone che abbiano subito interventi chirurgici all’addome con certificazione del medico curante.

 

Leggi anche: Bollo auto: cosa cambia nel 2019

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi