fbpx

Nuovo Codice della Strada 2020: tutte le novità

Nuovo Codice della Strada 2020: tutte le novità

Prudenza e informazione sono fondamentali per guidare in sicurezza. Ecco perché è utile conoscere tutte le novità sulle norme del nuovo Codice della Strada 2020

Il nuovo Codice della Strada 2020 sarà approvato a breve ed entrerà in vigore entro la fine dell’anno con tante novità, soprattutto per quanto riguarda le multe. La sicurezza viene messa, purtroppo, da parte da molti automobilisti, distratti dall’uso di cellulari, dall’alta velocità e dalla mancanza di rispetto delle regole. Per questo motivo il Governo ha deciso di rinnovare il codice e di inasprire alcune regole.

Le novità del nuovo Codice della Strada 2020

Sanzioni per chi utilizza device elettronici. Le sanzioni arriveranno fino a 1700 euro, con la sospensione della patente da subito, per chi utilizza cellulari, tablet, ecc., mentre è alla giuda del proprio veicolo.

Moto elettriche. Potranno circolare in autostrada liberamente. Inoltre, saranno normati per la prima volta monopattini, skate e hoverboard.

Bollo auto storiche. È stata abolita la tassa di possesso per i veicoli storici.

Guida senza assicurazione. Sono state raddoppiate le sanzioni per chi circola senza assicurazione.

Uso anabbaglianti. Confermata la cancellazione dell’uso degli anabbaglianti di giorno fuori dai centri abitati.

Circolazione dei veicoli 125 cc. Le persone che hanno raggiunto la maggiore età avranno la possibilità circolare con i ciclomotori 125 cc (11Kw) sulle tangenziali e sulle autostrade.

Parcheggi rosa. Previsti parcheggi rosa per donne in stato di gravidanza o accompagnati da figli minori di due anni.

Notifica PEC. In caso di multa potrà essere notificata tramite Posta Elettronica Certificata.

Neopatentati. Per i primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria A2, A, B1 e B non è consentito il superamento della velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali. Inoltre, ai titolari di patente di guida di categoria B, il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t.

Obbligo di mostrare la patente e libretto di circolazione. Non c’è più l’obbligo di mostrarli agli agenti di polizia durante un controllo, perché questo tipo di accertamenti possono essere eseguiti in maniera telematica utilizzando i dati della targa del veicolo.


Ti potrebbe interessare: Nuovo codice della strada 2019: scopri tutte le novità

Classe di merito. Nel caso in cui un cittadino subisce il furto di un veicolo di proprietà può comunque conservare la classe di merito attiva prima della perdita di possesso. Viene introdotta anche una specie di “assicurazione familiare” che permette di ottenere la classe di merito migliore disponibile all’interno del nucleo familiare. Questo beneficio è valido sia per i veicoli a quattro ruote che a due ruote.

× Hai bisogno di aiuto?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi