fbpx

Trend positivo per il Noleggio a Lungo Termine. Sempre più italiani rinunciano all’acquisto dell’auto: nel 2019 saranno 50.000

Il Noleggio a Lungo Termine piace sempre di più agli italiani e il settore segna un +22,7% ad aprile 2019. A dirlo è l’Aniasa, l’Associazione che raggruppa le aziende che operano nel noleggio auto e breve e lungo termine. Sono circa 40mila quelli che nel 2018 hanno scelto di noleggiare un’auto piuttosto che acquistarla, spinti soprattutto da ragioni di convenienza e dal minor impegno nella gestione. Nel 2017 erano stati 25.000, mentre nel 2019 si stima che si arriveranno a 50.000.

 

Massimiliano Archiapatti, presidente Aniasa, afferma che, a parità di modello e di percorrenza, c’è una convenienza del 15% nel noleggiare un’auto rispetto all’acquisto. Senza contare i vantaggi, come non immobilizzare capitale per l’acquisto e il tempo risparmiato per aspetti burocratici, bollo, assicurazione, manutenzione, multe e incidenti.

 

La crescita del settore del noleggio auto era iniziata già negli anni passati. Nel 2018 dopo un vero e proprio boom del renting auto nel primo semestre, nel secondo si era registrato una flessione dovuta , in primis, al calo del mercato auto generale. Il dato relativo alla flotta circolante di auto a noleggio, che include il lungo termine, il breve termine e il car sharing, ha superato in tutto l’anno il milione di unità, arrivando a 1.092.000 veicoli (+12% rispetto al 2017).

 

Per quanto riguarda, invece, le immatricolazioni delle auto a noleggio nel 2018 erano rimaste a livelli di quelle del 2017 (482.000, +0,4%). Un rallentamento che prosegue anche nel 2019. A tirare il freno è soprattutto l’incertezza sulle politiche ambientali e sul destino delle diverse alimentazioni dei veicoli. Nonostante tutto, il diesel rimane la scelta preferita dalle flotte, anche se aumentano le immatricolazioni di auto elettriche a noleggio.

 

A rialzare la testa è, comunque, tutto il settore automotive che si trova al centro di un cambiamento epocale, con la diffusione delle auto elettriche, salvaguardia dell’ambiente, energie rinnovabili e digitalizzazione dei processi. Ad aprile le immatricolazioni sono aumentate dell’ 1,5% ed è iniziato a farsi sentire l’effetto dell’eco-bonus, che ha consentito un’impennata delle vendite di auto elettriche (quadruplicate), ma che rimangono su livelli nettamente inferiori alla media europea. In forte aumento anche le immatricolazioni di auto ibride plug-in (triplicate). 

 

I principali fattori che influiscono sul mercato del noleggio sono indubbiamente l’avvento delle auto elettriche e la diffusione sempre maggiore del noleggio ai privati. Le aziende di noleggio stanno, inoltre, interpretando al meglio il ruolo di acceleratore dell’innovazione tecnologica, puntando su un’offerta non più standardizzata, ma caratterizzata da grande elasticità e flessibilità.

 

Il noleggio auto si conferma, così, un vero e proprio pilastro del mercato automotive.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi