fbpx

La classe ambientale auto, detta anche Categoria Euro, indica quanto un veicolo sia inquinante. Le ultime normative sono molto severe. Ecco tutto quello che devi sapere

Le regole più stringenti sulle emissioni inquinanti dei veicoli introdotte a marzo, stanno obbligando gli automobilisti a conoscere la classe ambientale auto per sapere se la propria vettura ricade all’interno di quelle categorie alle quali è vietato l’accesso nei centri urbani.

 

Inoltre, con la nuova Ecotassa 2019, bisogna pagare un’imposta aggiuntiva sull’acquisto di auto con emissioni superiori a 160 grammi di CO2 per chilometro. La classe ambientale auto influisce anche, insieme alla potenza della vettura, sul calcolo del bollo auto.

 

Conoscere la tabella euro auto, quindi, si rivela fondamentale per non vietare le ordinanze comunali ed evitare di incorrere in sanzioni amministrative, ma anche in caso di acquisto o di Noleggio a Lungo Termine.

 

Come verificare la classe ambientale auto

Per verificare la categoria Euro della tua auto puoi consultare il sito del Portale dell’automobilista, inserire il tipo di veicolo e la targa e saprai subito con quale classe ambientale è immatricolata la tua vettura.

 

Oppure puoi verificarla sul libretto di circolazione alla riga V.9, in cui ci sono direttiva della Comunità Europea e classe di omologazione.

 

Classe ambientale auto da Euro 0 a Euro 6

Auto Euro 0
I veicoli Euro 0, o pre-euro, sono quelli immatricolati prima del 31 dicembre 1992 e sono estremamente inquinanti. Questi mezzi subiscono forti limitazioni in tutto il perimetro urbano.

 

Auto Euro 1
I veicoli Euro 1 sono quelli immatricolati a partire dal primo gennaio 1993. Si tratta di vetture realizzate secondo la direttiva europea 91/441, che costringe le aziende a montare sulle macchine le marmitte catalitiche, oppure per i modelli diesel l’alimentazione a iniezione. In alcuni casi anche i veicoli acquistati prima di tale data sono catalogati come Euro 1, quindi è importante verificare sempre la classe ambientale sul libretto di circolazione. Le sigle che possono comparire sono:

91/441/CEE – 91/542/CEE punto 6.2.1.A – 93/59CEE

 

Auto Euro 2
I veicoli Euro 2 sono quelli immatricolati dopo il primo gennaio 1997, quando la direttiva 94/12 impose un ulteriore riduzione delle emissioni di CO2 ai veicoli prodotti.

91/542/CEE punto 6.2.1.B – 94/12/CEE – 96/1/CE – 96/44/CEE – 98/77/CE – 96/69CE · 92/97/CEE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 92/97/CEE – 94/12 CEE – 96/20 CE – 96/44 CE – 96/20 CE – 96/1 CE – 96/20 CE – 94/12 CEE – 92/97/CE – 96/69 CE – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 96/36 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/38 – 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96/38 – · 92/97/CE – 96/69 CE – 93/116 CE – 96/20 CE – 91/542 CEE Punto 6.2.1.B – 96/20 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 96/20 CE – 95/54 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE – 96/20 CE – 96/69 CE – 93/116 CE – 96/20 CE – 96/69 CE – 95/54 CE – 93/116 CE – 92/97/CEE – 94/12 CE – 95/54 CE – 93/116 CE – CE 96/20 – 93/116 – 96/69 – 95/56 – 1999/102/CE rif. 96/69/CE – 98/77 CE – CE 96/20 – 95/54 – 93/116 – 94/12 – 96/36 – 96/38 – 96/20 CE – 95/54 CE – 96/69 CE – 95/56 CE

Auto Euro 3
I veicoli Euro 3 sono quelli immatricolati dopo il primo gennaio 2001 e si riferiscono alla direttiva 98/69. L’obbligo è l’adozione del sistema EOBD, European On Board Diagnostic, che segnala tramite apposite spie il malfunzionamento degli apparecchi di filtraggio dei gas di scarico. Le sigle per identificare i veicoli di classe Euro 3 sono:

98/69/CE – 98/77/CE rif. 98/69/CE A – 1999/96/CE A – 1999/102/CE rif. 98/69/CE – 2001/1/CE rif. 98/69/CE – 2001/27/CE A – 2001/100/CE A – 2002/80/CE A – 2003/76/CE A

Auto Euro 4
I veicoli Euro 4 sono quelli immatricolati a partire dal primo gennaio del 2006, modelli realizzati secondo la direttiva 98/69B. Le tecnologie sono le stesse, tuttavia viene richiesta un’ennesima riduzione delle emissioni di CO2, per contrastare l’inquinamento atmosferico all’interno delle città. Le macchine Euro 4 non sempre hanno vincoli alla circolazione, ma probabilmente saranno esclusi al transito entro i prossimi anni. Le diciture sul libretto per le auto Euro 4 possono essere:

98/69/CE B – 98/77/CE rif. 98/69/CE B –1999/96/CE B – 1999/102/CE rif. 98/69/CE B – 2001/1/CE rif. 98/69 CE B – 2001/27/CE B – 2001/100/CE B – 2002/80/CE B – 2003/76/CE B – 2005/55/CE B1 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B1

Auto Euro 5
I veicoli Euro 5 sono quelli immatricolati a partire dal primo gennaio 2011, una classificazione ambientale piuttosto recente, che per le auto con motore a benzina comporta una certa tranquillità, in quanto è possibile circolare senza restrizioni almeno per il momento. La produzione di vetture Euro 5 è stata interrotta dal 2014, considerando le tecnologie adoperate ormai obsolete. Le sigle presenti sul libretto di circolazione che si possono trovare sono:

2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 oppure Riga C – 1999/96/CE fase III oppure Riga B2 o C – 2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C – 2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2 oppure riga C – 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga B2 – 2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga C (ecol. migliorato) – 715/2007692/2008 ( Euro 5A ) – 715/2007692/2008 ( Euro 5B ) – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (ecol. migliorato) – 2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. Antipart)

Auto Euro 6
I veicoli Euro 6 sono la classe ambientale più ecologica, di cui fanno parte tutti i veicoli immatricolati dopo il primo gennaio 2015. Molti di questi modelli potranno circolare a lungo, sono esenti dalle restrizioni al traffico e rispettano le severe normative europee più recenti. Fanno parte della categoria anche le vetture ibride ed elettriche, le macchine a benzina evolute e i diesel con trattamento dei gas di scarico, con sistemi come le valvole EGR e SCR o speciali additivi per ridurre le emissioni di CO2. Le sigle di riferimento Euro 6 sono:

715/2007566/2011 (Euro 6A con Disp. Antipart.) – 715/2007566/2011 (Euro 6A) –715/2007566/2011 (Euro 6B con Disp. Antipart.) – 715/2007566/2011 (Euro 6B) –715/2007692/2008 (Euro 6A con Disp. Antipart.) – 715/2007692/2008 (Euro 6A) –715/2007692/2008 (Euro 6B con Disp. Antipart.) – 715/2007692/2008 (Euro 6B) – 136/2014 (Euro 6A) – 136/2014 (Euro 6B) – 136/2014 (Euro 6C) – 143/2013 (Euro 6A) – 143/2013 (Euro 6B) – 143/2013 (Euro 6C) – 195/2013 (Euro 6A) – 195/2013 (Euro 6B) – 195/2013 (Euro 6C) – 630/2012 (Euro 6A) – 630/2012 (Euro 6B) – 630/2012 (Euro 6C) – 595/2009133/2014A (Euro 6) – 595/2009133/2014B (Euro 6) – 595/2009*133/2014C (Euro 6) – 459/2012 (Euro 6A) – 459/2012 (Euro 6B) – 459/2012 (Euro 6C) – 2015/45 (Euro 6B) – 2016/646 W (Euro 6B)

 

Le prossime classi saranno la Euro 6 D e la Euro 6 D-Temp, in arrivo verso la fine dell’anno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi